RADIOLOGIA

CHE COSA E’ UNA RADIOGRAFIA?
Per radiografia (RX), o esame radiologico, si intende lo studio di un segmento scheletrico o di un distretto del corpo umano con l’utilizzo di radiazioni elettromagnetiche di tipo X. Le radiazioni prodotte dall’apparecchiatura radiologica attraversano il corpo del paziente perdendo di intensità e formano su un sistema fotosensibile (analogamente ad una lastra fotografica) l’immagine del segmento o del distretto esaminato.

A COSA SERVE?
L’esame radiologico, viene principalmente utilizzato per documentare la degenerazione ossea (artrosi), l’alterazione infiammatoria (artrite), le fratture, patologie polmonari (ad esempio polmoniti, pleuriti, tumori) ed addominali (occlusione, perforazione intestinale, calcoli).

OCCORRE UNA PREPARAZIONE PARTICOLARE ALL’ESAME?
L’esecuzione di una radiografia non richiede preparazioni particolari da parte del paziente. In ogni caso è consigliabile presentarsi con abiti comodi, facilmente sfilabili, e non indossare oggetti metallici (collane, anelli, piercing) o comunque di toglierli prima dell’esame.

COSA DEVO PORTARE IL GIORNO DELL’ESAME?
È importante portare con sé anche la precedente documentazione clinica eventualmente in vostro possesso che può servire al personale tecnico per eseguire un esame corretto e al personale medico per un idoneo referto. Se ad esempio dovete eseguire una radiografia del torace portate radiografie precedenti e altri esami (anche non radiologici) riferiti al torace; nel caso in cui vi siate sottoposti ad una visita specialistica portate anche il referto della visita.

L’ESAME COMPORTA DEI RISCHI?
Le radiazioni X posseggono un’alta energia e per tale motivo sono in grado di alterare la materia causandone un danno. Nel caso della radiologia diagnostica c’è la probabilità (bassa), ma non la certezza di arrecare un danno. Per tale motivo è importante che gli esami radiologici (o radiografie) siano prescritti da un medico. In ogni caso mettiamo in atto tutte le misure di buona tecnica e di protezione dalle radiazioni per ridurre al minimo il rischio di causare un danno.

COSA DEVO FARE SE IL GIORNO DELL’ESAME SONO IN STATO DI GRAVIDANZA PRESUNTA O CERTA?
Tutte le pazienti in età fertile vengono “esaminate” come se fossero potenzialmente in gravidanza. Il personale tecnico e medico agiscono sempre in modo che all’utero arrivi la minor dose possibile di radiazione. In ogni caso le pazienti che sospettano di  essere in stato di gravidanza devono comunicarlo al personale tecnico prima di sottoporsi all’esame radiologico. Il caso viene valutato dal medico radiologo che può proporre una riprogrammazione della radiografia o la sua esecuzione, condividendo la decisione con la paziente che, dovutamente informata, dispone consapevolmente (consenso) della propria salute come previsto dalla Costituzione.

Call Now ButtonChiama